Chi siamo

Lado a Lado significa “fianco a fianco”.

E’ in questo spirito di vicinanza e gemellaggio che, nel maggio 2007, nasce l’associazione grazie all’esperienza di volontariato del dottor Giovanni Valera e dal gemellaggio della nostra città con l’arcidiocesi di Nampula.
Infatti già prima della nascita dell’associazione il dottor Valera operava nell’ospedale di Marrere, un quartiere periferico di Nampula, e proprio verso quell’ospedale si sono mossi i primi sforzi della nostra amministrazione, fornendo materiali e macchine per il laboratorio di analisi.

Dopo la nascita dell’associazione, un nostro membro, il professore Arlati, in collaborazione con il Politecnico di Milano ha progettato un nuovo reparto dell’ospedale, interamente dedicato ai malati di TBC. La TBC e l’AIDS, oltre al colera e alla malaria, sono tra le più diffuse e mortali malattie in Mozambico ma a Marrere, per la mancanza di spazio, i malati sono costretti a convivere nella cappella dell’ospedale.
La costruzione del nuovo reparto è appena stata approvata dalle autorità mozambicane ed a breve inizieranno le campagne per la raccolta dei fondi necessari alla realizzazione.

Un altro ambizioso progetto, il sostegno a distanza, è nato dopo la visita da parte nostra in alcuni villaggi di Nampula. Il sostegno a distanza tende a favorire l’istruzione e il sostentamento di bambini e ragazzi appartenenti a famiglie nullatenenti in Nampula o di orfani abbandonati nel collegio dell’Aldeida da Esperança (villaggio della speranza). Mantenere un bambino agli studi in Mozambico costa, a noi, l’equivalente di un caffè al giorno. Con i contributi raccolti nel 2008 riusciremo a sostenere 45 giovani studenti per tutto l’anno scolastico in corso, ma occorre rinvigorire di anno in anno l’aiuto che portiamo a questi ragazzi cercando nuovi sostenitori.
Poiché basiamo tutto il nostro lavoro sul volontariato, sia qui in Concorezzo che a Nampula, non ci sono spese amministrative: il 100% dei contributi viene speso per il sostentamento e le spese scolastiche dei bambini coinvolti nei progetti.

E’ verso quella struttura, l’Aldeia da Esperança, e alla vicina scuola (E.P.C. di Momola) che si concentrano la maggior parte degli sforzi dell’associazione: ultimamente abbiamo contribuito alla realizzazione dell’infermeria, struttura indispensabile per una popolazione scolastica di circa 1000 bambini.
L’associazione ha fornito anche il suo contributo per la realizzazione del progetto intercultura delle scuole concorezzesi, tenendo i primi contatti con le scuole mozambicane e allestendo alla fine di novembre 2008, “Mostrambico”, una mostra su usi e costumi, natura e città del Mozambico.
Tale progetto è giunto alla sua conclusione con la visita, qui a Concorezzo nel mese di maggio 2009, di 6 persone di Nampula e Maputo (due artigiani, due ballerini, un cuoco ed un professore), che hanno trasmesso la loro esperienza e conoscenza agli studenti concorezzesi.

Per realizzare tutto questo, confidiamo nell’aiuto di chiunque: per chi volesse sostenere un bambino mozambicano, sottoscrivere una donazione o collaborare in altro modo, può contattarci a ladoalado@brianzaest.it.

Ricordiamo inoltre che puoi dare il tuo contributo destinando alla nostra associazione il 5×1000 nella tua dichiarazione dei redditi, firmando nello spazio dedicato e indicando il nostro codice fiscale: C.F. 94043810152.

Lado a Lado Onlus